Roberto Frugone - Semplicemente Canzoni (2003)

PICCOLA FIABA INTERGALATTICA

Musica & parole di Roberto Frugone – Tutti i diritti riservati ® S.I.A.E.

Musica era il nome di una stella
un po’ diversa dalle altre e più delle altre bella:
giorno e notte una canzone diffondeva tra i pianeti
e le comete si fermavano a sentirla…le comete si fermavano a sentirla.
E il suo canto era compagno a tutto il cielo,
quel cielo che oltre il cielo diventa ancora cielo,
ma Musica era triste anche in tutto quel chiarore
perché Musica non poteva vedere… oh Musica non sapeva vedere.

E prova a immaginarle, tu, le sue canzoni,
quali melodie per dipinger l’universo…
se solo avesse potuto vederne un po’.

Sogno abitava non lontano
e in un lampo dalla Luna raggiungeva Urano,
il suo sguardo travolgente travolgeva ogni orizzonte
perché Sogno sapeva vedere oltre… Sogno sapeva vedere oltre.
Senza limiti e frontiere siderali,
nel tempo e nello spazio quanti viaggi astrali,
ma anche sogno era triste, solo e senza amici
perché Sogno non poteva parlare… oh Sogno non sapeva parlare.

E prova a immaginarli, tu, i suoi pensieri,
rinchiusi nella mente quanti prismi e soli,
condannati a un silenzio inutile senza voce.

Ma Dio, che è il Signore delle stelle,
e conosce i loro guai e ne sa far faville,
in una notte di giugno portò Musica e poi Sogno
ad abitare dentro un uomo sulla terra, ad abitare dentro un uomo sulla terra.
E Dio solo sa il prodigio che ha creato,
nessun uomo fino in fondo lo ha mai capito:
ma se guardi il cielo a giugno, lascia a Musica e al tuo Sogno
tappezzare di speranza l’universo, tappezzare di speranza l’universo.

E dove lei non vede ci penserà il suo sguardo,
dove lui non parla arriverà il suo canto
a unire due pianeti così distanti come noi.

MUSICISTI

► Roberto Frugone – voce e chitarra folk

Roberto Frugone - copertina Semplicemente CanzoniSEMPLICEMENTE CANZONI (2003)

  1. Il cielo sotto
  2. Il tuo tempo
  3. Piccola fiaba intergalattica

CREDITI

► Musiche, parole e arrangiamenti di Roberto Frugone
► Registrato e mixato da Enrico Pianigiani
► Illustrazioni di Marta Rocca
► Foto di Flavio Stagnaro
► Prodotto da Roberto Frugone per Ultreïa! musica & parole