Roberto Frugone - Un giorno sulla terra (1999)

PRIMA DELLA PIOGGIA

Musica & parole di Roberto Frugone – Tutti i diritti riservati ® S.I.A.E.

Via di qua, prima della pioggia andremo via di qua,
dove la gente con i suoi ombrelli non ci può arrivare,
non ti può coprire, non ti può cambiare.
Via di qua, dalle tristi sere avanti e indietro
per la città, che con la noia riempie il vuoto,
via di qua e buonanotte ai falsi amici, sogni d’oro ai miei nemici
e a chi già dorme, che problemi non ne ha.

Via di qua, anche senza una meta: sulla strada la troverai,
non so dirti come e dove andrò a finire,
ma ho ben chiaro nella mente e in fondo al cuore
dove non starò, dove non mi fermerò
quindi come away, in quante lingue devo dirtelo ancora?!
vieni via, non è una fuga, questa è l’ora
di andare via senza guardarsi troppo indietro
e reclamare quel che hai dato, sennò finisce che come gli altri resti qua.

Come away, oh oh come away, come away, I will care of you
come away, oh oh come away, come away, ti proteggerò.

Via di qua, che nessun riparo a quella pioggia resisterà;
sarà nebbia che ti soffoca lo sguardo,
sarà ruggine che rode come un tarlo la maturità, quando arriverà;
allora via di qua per non inscatolare i sogni,
via di qua per dare un senso anche ai ritorni
e ad ogni età che ti si affaccia al davanzale,
che promette e non mantiene e te la trovi addosso e invecchia assieme a te…

Come away, oh oh come away, come away, I will care of you
come away, oh oh come away, come away, ti proteggerò.

Ma al di là del colle c’è una terra d’oro,
io salgo su ogni sera per vederla da vicino.
Lo sai: mi fanno male gli occhi, questi miei occhi…
È la mia anima che mi chiama per naufragare,
dove non si sa ma se vuoi ci puoi venire,
nella mia anima c’è un oceano in un imbuto, un desiderio d’infinito.
A questa pioggia sporca e infame griderò:
“Ecco qua, quel che ho creduto non mi ha tradito!”
anche se ci sarà solo del pane e un piatto d’erbe
sulla mia tavola e pochi amici su cui contare,
non ho altro da spiegare: tutto questo io lo chiamo libertà.

(dall’album Un giorno sulla terra – cd con 11 tracce originali prodotto da Roberto Frugone nel 1999)

MUSICISTI

Roberto Frugone – voce, pianoforte e tastiere
Francesca Ceselli – voce
Carlo Faraci – chitarra elettrica e voce
Paolo Banchero – violino
Lelio Mollar – basso
Michele Di Capita – batteria e tamburello

Roberto Frugone - Un giorno sulla terra

UN GIORNO SULLA TERRA (1999)

  1. Salomè
  2. Ninno (nonno Vittorio racconta in dialetto genovese)
  3. Ciane zerbie
  4. Zapping
  5. Prima della pioggia
  6. Perché esistono le mosche
  7. Bimba brava, bimba bella (filastrocca in dialetto genovese)
  8. Lullaby* (versione italiana)
  9. Totem
  10. Mister Supereroe
  11. Miracoli
  12. Lullaby** (versione inglese)

CREDITI

  • Musiche e parole di Roberto Frugone
  • Arrangiamenti di Carlo Faraci e Roberto Frugone
  • Registrato e mixato da Enrico Pianigiani
  • Prodotto da Roberto Frugone
  • ℗ 2016 Dughero Paolo Edizioni Musicali