Roberto Frugone - Ultreia! (2002)

L’ULTIMA PAROLA

Musica & parole di Roberto Frugone – Tutti i diritti riservati ® S.I.A.E.

Non conosce tregua né sconti di pena
l’intricata danza delle spine e dei dolori della terra,
tra faraoni e topi, olocausti a folli dei
e un pane d’ingiustizia sulle tavole imbandite dei rampanti filistei.

Sono in tanti ad ammaliarmi, qui, sazi o rassegnati
con le mani in pasta, la coscienza casta e il cuore rotolato chissà dove;
ma io metto innanzi te, stupenda e disarmante,
per i tuoi occhi belli chiedo ancora un’alba a questa notte

perché l’ultima parola su di noi, sull’universo intero e il tuo ineffabile respiro
vorrei che fosse amore.
Perché è l’unica parola che capirei, è il più forte dei baluardi, non vacillerai
se gli lasci l’ultima parola.

Ma ora dì alla sentinella di dirci a che punto è la notte…
Dopo queste parole qualcuno ha spinto via la pietra…
Ora dimmi, sentinella, a che punto è la mia notte?

Per i tuoi occhi buoni e quel pensiero chiaro
salperei domani con lo spago da emigrante attorno ai sogni di libertà
e a tutto ciò che è piaga, fame o schiavitù,
porgerei quel calice bevuto e assaporato insieme…

L’amore è il verbo più oltraggiato, gli sta stretto ogni vestito,
dura scheggia d’infinito, non ha casa né una scusa e neanche un pasto garantito;
ma è fuoco sul metallo, chiodo, carne e legno,
l’amore è l’unico giudizio degno sull’umanità

ed è l’ultima parola che ti canterò. L’unica ricchezza che ti lascerò
vorrei che fosse amore.
Perché è l’unica parola che capirai, acqua che consola quando soffrirai,
la prima e l’ultima parola.

E ora dì alla sentinella di dirci a che punto è la notte…
Dopo queste parole qualcuno ha spinto via la pietra…
ma dimmi sentinella, a che punto è la notte?*
L’amore paga per tutti e Tu hai pagato per me…
Ma dimmi sentinella, a che punto è la mia notte?
Dopo queste parole… Dopo queste parole… Dopo queste parole…

* Isaia 21, 11-12

(dall’album Ultreïa! – cd con 11 tracce originali prodotto da Roberto Frugone nel 2002)

MUSICISTI

► Roberto Frugone – voce, pianoforte digitale
Stefano Guazzo – sax

Roberto Frugone - Ultreia! (2002)

ULTREÏA! (2002)

  1. La macina
  2. Blue samba
  3. Il mio nome
  4. Pesca pescou
  5. Spostamenti sul confine
  6. Mi hanno parlato di autunni
  7. L’ultima parola
  8. Mille franchi
  9. La ballata del giglio
  10. Un giorno sulla terra
  11. Ultreia!

CREDITI

  • Musiche e parole di Roberto Frugone
  • Arrangiamenti di Claudio Borghi e Fabio Cassetta
  • Registrato e mixato da Enrico Pianigiani
  • Dipinti, disegni, foto e grafica di Maria Rocca
  • Prodotto da Roberto Frugone
  • ℗ 2016 Dughero Paolo Edizioni Musicali